Pubblicato da: CR | 26 agosto 2011

Aldo Zanchetta e l’America Latina dal basso

Ricevo dal mio amico Aldo Zanchetta due documenti riguardanti la sua attività per la conoscenza dell’America Latina, realtà complessa e affascinante, oltreché di grande significato politico per le opposizioni al neoliberismo che lì si stanno sviluppando.

I due documenti riguardano novità e aggiornamenti riguardanti due “creature” di Aldo: il “Mininotiziario America Latina dal basso”, e il sito www.kanankil.it.

“UN CAMBIO DI PELLE E DI PASSO”: Mininotiziario America Latina dal basso n.30 del 22-08-2011

“PRINCIPALI DOCUMENTI MESSI NELLA SEZIONE AMERICA LATINA/SEMINARIO/DOCUMENTI” (del sito http://www.kanankil.it, ovviamente) (la formattazione risultante dal copia-e-incolla è terribile, cercherò di aggiustarla appena possibile)

Aldo è un interlocutore fisso (spesso virtualmente, ma talvolta anche di persona) delle mie elucubrazioni politico-culturali. Per suo tramite, ho avuto la possibilità di accostarmi a “tanti mondi” che resistono al pensiero unico ed hanno molto da insegnarci.

Particolarmente significativo un viaggio in Perù da lui organizzato nel 2009 in occasione della “IV Cumbre Continental de Pueblos y Nacionalidades Indígenas del Abya Yala” a Puno sul lago Titikaka, che tra l’altro mi ha portato a conoscere il Pratec, “Proyecto Andino de Tecnologías Campesinas”, e la sua affascinante attività pratica e teorica, tra cui il bellissimo e profondo libro “Cosmovision andina agrocentrica”, in spagnolo. Scriverò di ciò e di altro ancora in un’altra occasione.

AGGIORNAMENTO: ho appena ricevuto il Mininotiziario America Latina dal basso n.31; anche questo numero è diverso dal consueto; questa volta Aldo ci propone la traduzione di un intenso testo di Xiomara Orellana, Morir en el desierto, otro calvario de migrantes, La Prensa, 16 maggio 2011. Un testo dedicato al drammatico viaggio in treno (“la bestia“) che ogni anno decine di migliaia di messicani, guatemaltechi e soprattutto honduregni intraprendono nella speranza di riuscire ad entrare negli Usa, affrontando pericoli tremendi.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: