Pubblicato da: CR | 29 giugno 2009

Honduras: si diffonde l’opinione che Obama sia ininfluente

L’idea al centro del post precedente, che Obama sia tagliato fuori dai processi decisionali degli apparati del dominio imperiale, trova conforto nel blog di Eva Golinger:

Nevertheless, it seems like in the particular coup scenario, Obama has lost control. The US Military Group and Embassy in Honduras have been directly involved with the coup leaders. USAID and the Pentagon have backed this coup, there is just really no question. The Honduran military would never have moved with consent from their commanding officers, the US Military Group in Honduras and those stationed on the Soto Cano base.

Queste considerazioni non si basano su prove certe, ma è abbastanza evidente che se gli Usa fossero veramente contrari al golpe, o meglio: che se il livello politico contasse qualcosa, il golpe durerebbe mezz’ora al massimo. Anche l’ammissione del fatto che il dipartimento di Stato sapeva dei preparativi di golpe, e ha provato inutilmente a bloccarlo, conferma questa tesi.

Comunque Obama, pur evitando prudentemente qualsiasi scontro frontale, mi sembra deciso a rivendicare degli spazi decisionali. Vedremo se riuscirà nell’intento di salvaguardare la sua annunciata nuova politica per l’America Latina dal naufragio honduregno.

Annunci

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: